SOLunch, la pausa pranzo social “a casa dei vicini”

Che sia una schiscetta in solitaria alla scrivania o un boccone “al volo” in qualche punto di ristoro, la pausa pranzo, specie nelle grandi città, diventa spesso sinonimo di stress, alimentazione poco sana e una spesa quotidiana. Per porre fine a tutto ciò nasce SOLunch, che trasforma il lunch break in un momento social “a casa dei vicini”.

solunchSe, infatti, ogni giorno sono tanti gli studenti, impiegati, professionisti e negozianti che si destreggiano negli affollati bar adiacenti il luogo di lavoro per concedersi un pasto frettoloso, disoccupati, autonomi o smart worker, invece, vivono il pranzo come una pratica solitaria tra le mura di casa.

Per sopperire a solitudine, rincorsa all’orologio, costi elevati e, talvolta, stress per linea e palato, nasce SOLunch, un progetto innovativo di gestione della pausa pranzo.

Nata in quel di Milano e Roma e ora esteso a tutto il territorio nazionale, la community di lunch breaker unisce le esigenze di chi ha voglia di cucinare e di chi desidera qualcosa di buono, sano ed economico da gustare.
Il funzionamento del portale è molto semplice: gli “chef” pubblicano offerta culinaria, orario, posti a tavola disponibili e tariffe, mentre gli “ospiti” prenotano e pagano con un click la meta culinaria del giorno. Terminato il pasto, clienti e proprietari inseriscono la propria recensione.

Nata da un’idea di Luisa Galbiati, Elena Seccia e Roberto Marmo, SOLunch propone, pertanto, una valida alternativa alle 12milioni di persone che pranzano fuori ogni giorno e agli oltre 17milioni di home-luncher (dati Istat).

L’home restaurant -oggetto, tra l’altro, di un disegno di legge approvato a inizio anno alla Camera- sfrutta, quindi, il potenziale della sharing economy per generare reddito e inclusione sociale. Un progetto tanto utilitaristico quanto etico, che ridona al pasto quel senso di socialità e convivialità, dove il prezzo lo fa il “ristoratore” ma che comunque soggiace all’equilibrata Legge della Domanda e dell’Offerta.

Se oggi SOLunch è proiettato sul consolidarsi nelle città presidiate, nel breve si prevede il lancio dell’App ed entro il 2018 l’”obiettivo estero”.

Per registrarsi alla community cliccare qui.

L.S.

You May Also Like