Riciclo plastica: l’Italia tra le eccellenza europee

Il riciclo di plastica in Italia continua ad aumentare.

L’industria italiana del riciclo della plastica continua a crescere, posizionandosi tra le prime grandi economie in Europa, dopo Germania e Spagna. Un’analisi del settore è stata eseguita dal Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica.

riciclo della plasticaIl ‘Green economy report‘ messo a punto dal consorzio Corepla in collaborazione con la Fondazione per lo sviluppo sostenibile fotografa nel dettaglio questo settore. Il 43,4% degli imballaggi raccolti nel corso del 2017 sono stati avviati a riciclo, con un beneficio economico per tutto il Paese di oltre 2 miliardi di euro. I risvolti positivi sono per la materia prima non consumata, per la produzione di energia e per il risparmio di emissioni di CO2.

“La nuova economia circolare è fattore propulsivo e determinante di competitività sui mercati nazionali ed esteri. Stimolare la ricerca per innovare e arricchire è l’obiettivo. Sono orgoglioso di un sistema che ha scelto, tra i primi in Europa, di estendere la raccolta e il riciclo a tutti. Gli scenari futuri andranno sviluppati con tutti gli attori della filiera e con il supporto e la guida del legislatore”. Questo è quanto ha commentato Antonello Ciotti, presidente di Corepla.

In vent’anni in Italia si è passati da un sistema di gestione rifiuti basato principalmente sulla discarica, a uno fortemente orientato al recupero e riciclo. “Per gli imballaggi in plastica nel 2017 in Italia è stato avviato a recupero di materia ed energia l’82% dell’immesso al consumo. In particolare è stato riciclato oltre il 43% degli imballaggi immessi al consumo”. Questo dato risulta essere superiore alla media europea, osserva Edo Ronchi, presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile.

“I dati ci dicono che nel riciclo degli imballaggi l’Italia è un’eccellenza europea” ha commentato il sottosegretario all’Ambiente Salvatore Micillo.

You May Also Like