Pensioni: dal 2019 i requisiti si alzeranno di 5 mesi per tutti

Tra le tante novità della legge di Bilancio 2018 ve ne sono alcune che riguardano anche le pensioni.

La legge di Bilancio 2018 ha alzato i requisiti per le pensioni di 5 mesi. Questo cambiamento è causato dall’adeguamento alle aspettative di vita. La novità riguarda anche i lavoratori precoci. Sono esentati gli addetti a mansioni gravose e coloro che svolgono lavori usuranti.

inpsCon la nuova legge di Bilancio l’età per la pensione di vecchiaia sale per tutti a 67 anni. Il requisito per la pensione anticipata sarà di 43 anni e tre mesi gli uomini. Le donne potranno richiederla con 42 anni e tre mesi di contributi.

Anche la pensione anticipata collegata alla legge 104 rientra nei cambiamenti. Questi riguardano quei lavoratori precoci che, pur non avendo raggiunto i 42 anni e 10 mesi, assistono un familiare portatore di handicap.

La legge prevede che questi possano beneficiare dell’uscita con 41 anni di contributi. Questa possibilità riguarda i lavoratori i cui genitori e il coniuge del familiare assistito:

  • abbiano compiuto 70 anni;
  • se sono deceduti;
  • se sono affetti da patologie invalidanti.

Il requisito fondamentale è essere lavoratori precoci, con un minimo di 12 mesi di contributi accreditati prima dei 19 anni.

I requisiti sono:

  • avere almeno 41 anni di contributi complessivi dei quali 12 mesi versati prima del compimento dei 19 anni. Dal 2019 sarà di 41 anni e 5 mesi (collegato all’aumento dell’aspettativa di vita media);
  • Essere iscritto ad una forma di previdenza obbligatoria da una data precedente al 1° gennaio 1996;
  • assistere da almeno 6 mesi un familiare convivente di 1° grado, oppure il coniuge o il partner, portatore di handicap secondo la Legge 104 (dal 2018 anche il familiare di 2° grado se ha compiuto 70 anni o se è affetto da patologie invalidanti);
  • aver cessato l’attività lavorativa.

La domanda deve essere presentata all’Inps entro:

  • il 1° marzo 2018 per chi matura i requisiti entro il 31 dicembre 2018;
  • il 1° marzo 2019 per chi matura i requisiti entro il 31 dicembre 2019.

Ti potrebbero interessare anche: