Macchine per l’imballaggio e il packaging, il settore decolla

Decolla l’industria delle macchine per l’imballaggio e il packaging.

Il fatturato del comparto delle macchine per il packaging è cresciuto nel 2017 dell’8,9%, superando i 7 miliardi di euro. Il risultato è frutto della buona tenuta dell’export (5,7 miliardi, +7,5%) e della forte ripresa del mercato italiano (oltre 1,5 miliardi di euro, +14,4%).

Una fotografia del settore arriva dal report dell’associazione dei costruttori italiani di macchine automatiche per il confezionamento e l’imballaggio (Ucima). I dati evidenziano risultati più che confortanti su tutti i fronti, confermando le previsioni elaborate alla fine dell’anno scorso.

Elemento distintivo del comparto rimane la capillare presenza internazionale delle aziende italiane, infatti una macchina su cinque venduta nel mondo oggi è italiana. Questo fattore porta le aziende nostrane ad un costante testa a testa coi competitor tedeschi su tutti i mercati mondiali.

Nel mondo dei macchinari per il packaging operano 634 aziende italiane che danno lavoro a 32.227 persone, con un aumento dell’occupazione dell’8,7% dal 2016. Il comparto è fortemente frammentato, polarizzato e popolato da numerose PMI.

Il 65,8% dei costruttori di macchine e attrezzature per il packaging genera fatturati inferiori ai 5 milioni di euro e contribuisce all’8,9% del giro d’affari. Le 48 imprese di dimensioni maggiori (con fatturati oltre i 25 milioni di euro) concorrono al 66,8% del fatturato totale. Le aziende di dimensioni maggiori sono anche le uniche ad avere registrato un incremento del numero medio di addetti.

Secondo Ucima, nel 2017 si è comunque assistito ad un irrobustimento delle aziende di medie dimensioni che sono passate da 52 a 77. Con una media di 10-25 milioni di euro di fatturato ciascuna, generano il 15,4% del fatturato totale.

“La volatilità dei mercati e il continuo cambiamento delle condizioni geo-politiche in vari mercati rendono sempre più difficile fare previsioni attendibili. Crediamo però di poter ragionevolmente prevedere il mantenimentodel trend di crescita registrato lo scorso anno” ha dichiarato il Presidente di Ucima, Enrico Aureli.

You May Also Like