Possibile arrivo di incentivi per la stabilizzazione delle assunzioni a termine

Probabile introduzione con il prossimo Decreto Dignità di incentivi dedicati alle assunzioni.

L’iter di conversione del Decreto Dignità partirà dalla Camera il 24 luglio e tra le novità in materia di lavoro potrebbero essere introdotti incentivi stabilizzare le assunzioni a tempo determinato. Probabile reintroduzione anche dei voucher.

lavoroIl Governo è al lavoro per trovare delle possibili misure da affiancare alla stretta ai contratti a tempo determinato. Tra queste ci sarebbe il bonus per i datori di lavoro in caso di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti di lavoro in essere.

Le novità sono state annunciate alla base dell’annuncio dell’introduzione di nuovi incentivi all’assunzione già nel corso della conversione in legge del decreto.

Il testo del Decreto Dignità prevede la riduzione di durata e di numero di rinnovi per i contratti a termine. Verrebbe inoltre introdotto l’obbligo di indicazione della causale da parte del datore di lavoro. Misure queste al momento fortemente criticate perché ritenute poco idonee a contrastare il fenomeno del precariato.

Questa misura sarebbe il primo provvedimento per la riduzione del cuneo fiscale. Successivamente, con la Legge di Bilancio 2019 saranno introdotte nuove misure al momento in fase di studio.

Per ridurre il cuneo fiscale e limitare gli effetti negativi di queste misure in materia di lavoro a tempo determinato sono al vaglio diverse soluzioni. Una di queste potrebbe essere l’introduzione di incentivi ad hoc dedicati alle imprese che stabilizzano lavoratori a termine.

L’agevolazione, rivolta ai rapporti di lavoro in essere, andrà ad unirsi agli ulteriori bonus attualmente in vigore ed introdotti per incentivare le nuove assunzioni. Attualmente non è ancora chiaro quali saranno termini e vincoli per usufruire dell’incentivo. Sarà quindi necessario attendere il via all’iter di discussione parlamentare del Decreto Dignità.

Accanto alla possibile introduzione di incentivi un’ulteriore novità è la possibile reintroduzione dei voucher in agricoltura, nel turismo e in altri settori.

You May Also Like