Eart Hour 2017, l’Italia spegne luci per il cambiamento

Torna Eart Hour, il più grande evento globale dedicato alla sfida contro i cambiamenti climatici, organizzato dal WWF.

Earth Hour (Ora della Terra) è la mobilitazione globale organizzata dal WWF per sensibilizzare la popolazione sui cambiamenti climatici. Partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, cittadini, istituzioni e imprese si uniscono in una comune volontà di dare al mondo un futuro sostenibile.

Earth HourDalla prima edizione del 2007, svoltasi nella sola città di Sidney, la manifestazione si è rapidamente propagata in tutto il Pianeta. Negli ultimi 10 anni Earth Hour è diventato il più grande movimento di persone per l’ambiente al mondo.

Il prossimo 25 marzo alle 20.30 rimarranno al buio piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, Piazza Navona, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, Il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi simbolo. In

Il cambiamento climatico sta evolvendosi sempre più rapidamente e le conseguenze sul nostro Pianeta sono sempre più serie e preoccupanti. Finora le azioni dei Governi sono state poco incisive, rischiando di mettere a repentaglio il Pianeta. Nel dicembre del 2015 in occasione della COP21 di Parigi si è però raggiunto un accordo storico. Con l’abbandono dei combustibili fossili e il passaggio all’energia rinnovabile sarà possibile invertire la tendenza.

In Italia sono oltre 400 i Comuni che hanno deciso di aderire a Eart Hour. Saranno organizzati eventi, feste in piazza, incontri, aperitivi e cene sostenibili e solidali grazie alla rinnovata partnership con Altromercato. Quest’anno il Capo dello Stato Sergio Mattarella consegnerà al WWF una speciale targa come “premio di rappresentanza”.

Al successo di Earth Hour 2017 ha contribuito anche l’ANCI, che ha invitato i Comuni ad aderire alla manifestazione. La novità di quest’anno è l’adesione del MAXXI. Il Museo nazionale delle arti del XXI secolo spegnerà per la prima volta le luci della sua facciata.

L’elenco completo delle manifestazioni è disponibile sul sito www.oradellaterra.org.

Ti potrebbero interessare anche: