Cybercrimini, aumentano gli attacchi informatici alle aziende

Sono aumentati nel 2017 gli attacchi informatici alle aziende.

Emerge dal 23mo volume dell’Internet Security Threat Report di Symantec che lo scorso anno è aumentato il numero di attacchi informatici alle imprese. I criminali informatici utilizzano con sempre maggiore frequenza il cryptojacking, creando nuove, più profittevoli, fonti di reddito.

“Ci tocca combattere per le risorse sul nostro telefono, computer o dispositivo IoT contro i criminali informatici che cercano di utilizzarli per trarre profitto. E’ necessario ampliare le proprie difese o ci si ritroverà a pagare il prezzo per qualcun altro che utilizza i nostri dispositivi”, spiega Kevin Haley, Direttore Symantec Security Response.

Symantec ha messo alla luce un incremento del 600% di attacchi verso dispositivi IoT nel 2017. Gli oggetti connessi grazie all’Internet of Things confermano così il loro status di obiettivi maturi per lo sfruttamento.

Il numero di gruppi organizzati è in crescita e secondo Symantec è di almeno 140. Lo scorso anno, il 71% degli attacchi mirati per infettare le imprese ha avuto inizio con lo spear phishing.

Symantec ha inoltre rilevato nel 2017 un incremento del 200% nell’impianto di malware nella catena logistica del software da parte di cybercriminali. Viene quindi rilevato un attacco ogni mese, rispetto ai quattro attacchi del 2016.

Crescono anche le minacce informatiche nel settore mobile, insieme al numero di varianti di nuovo malware per mobile (+54%). Symantec ha bloccato una media di 24.000 applicativi mobile potenzialmente dannosi nel corso dello scorso anno.

Nel 2017 il mercato dei riscatti ha subito degli aggiustamenti. Molti hacker hanno probabilmente cambiato focus e l’importo medio del ricatto si è abbassato a 522 dollari. Quanto all’Italia, si trova al quinto posto a livello globale e primo in Europa per ransomware.

Si tratta di dati molto preoccupanti secondo Antonio Forzieri, esperto di sicurezza di Symantec. Questi dati stanno a significare che “i criminali con noi monetizzano ancora, siamo insomma mucche da mungere”.

You May Also Like