Aumentano le startup innovative e giovani

Un’analisi condotta da Manageritalia evidenzia come negli ultimi 5 anni la maggior parte delle startup innovative sono state aperte da giovani imprenditori.

Secondo i dati Mise esaminati da Manageritalia, a fine 2016 le startup iscritte al registro a partire dal 2012 sono state 6.745. Le startup innovative rappresentano lo 0,4% delle società di capitali attive in Italia. Negli ultimi tre mesi del 2016 sono aumentate del 6%.

start-upIl 70,6% delle startup si occupa di fornire servizi alle imprese (produzione software, consulenza informatica, servizi d’informazione). Il resto delle attività opera nei settori dell’industria (19,45%) e nel commercio (4,3%).

Solamente nel 13,7% dei casi le nuove imprese hanno una prevalenza femminile (16,9% in tutte le società di capitali). In 2.961 startup (43,9%) lavora almeno una donna (49,7% in tutte le società di capitali).

Dall’indagine emerge come le startup con soci a prevalenza giovanile (under 35) sono 1.538, il 22,80% del totale, ben più del 7,1% che caratterizza tutte le società di capitali, e 2.571 (38,1%) ne hanno almeno uno giovane (13,5%).

Le nuove attività sono state aperte soprattutto in Lombardia (1.516, 22,5%), seguono l’Emilia-Romagna (770, 11,4%) e il Lazio (662, 9,8%). La regione con più startup innovative in rapporto al totale delle società di capitali è il Trentino-Alto Adige (1,1%). Seguono le Marche con 0,8%, la Valle d’Aosta con 0,8%, l’Emilia-Romagna con 0,7% e il Friuli Venezia-Giulia con 0,7%.

Milano è la provincia con numero più elevato di startup innovative (1.040, 15,4% del totale nazionale). A seguire Roma con 572 (8,5%), Torino con 301 (4,5%), e Napoli, che con 209 (3,1%), sopravanza Bologna (188, 2,79%). Tutte le altre province che figurano tra le prime dieci, nell’ordine Modena, Padova, Firenze, Trento e Bari, superano le 100 unità.

You May Also Like