Anziani e tecnologia, gli over 65 sono più curiosi ma la sfruttano poco

Cresce l’interesse dei “senior” per il digitale ma solo il 12% ne fa uso. Il rapporto tra anziani e tecnologia è ancora inadeguato alle esigenze di oggi.

Nonostante il crescente interesse tra gli utenti over 65, in Italia il rapporto tra anziani e tecnologia è ancora conflittuale e relativamente inadeguato alle esigenze moderne. Il numero dei soggetti geriatrici ha ormai superato i 13 milioni di unità, una cifra ragguardevole e per molti versi da pre-allerta. Una popolazione che invecchia porta inevitabilmente conseguenze e adattamenti alle necessità delle persone, dalle attività quotidiane a quelle più complesse. Sanità, servizi, accessibilità, interfaccia con la pubblica amministrazione, sono tutti ambiti che vanno praticamente riscritti in chiave più matura, per venire in contro a specifici bisogni.

La maggior parte dei “senior” del Belpaese percepisce come prioritari i segmenti della salute, del benessere e della sicurezza, tutte situazioni in cui la digitalizzazione potrebbe essere la soluzione. Sebbene vi sia sempre maggiore curiosità verso il mondo HI-Tech, anziani e tecnologia sono ancora separati da un gap notevole. Realizzare delle smart home dove siano presenti sensori anti-caduta e sistemi d’allarme efficienti, potrebbe essere una valida opzione per migliorare la qualità della vita di chi vive da solo in età avanzata. Il legame tra anziani e tecnologia ben presto potrebbe divenire un’esigenza obbligata per via della conversione digitale della sanità e di numerose altre prestazioni.

Stando a recenti indagini pare che solo il 12% dei cittadini italiani tra i 60 e i 70 anni sfruttino davvero le tante possibilità offerte dalla tecnologia. Ciò che divide anziani e tecnologia è spesso la diffidenza, la paura di non sapersi adattare alle novità o la scarsa informazione. In una società in cui di frequente gli individui si trovano ad affrontare in solitudine gli anni della vecchiaia, risulta indispensabile restare autosufficienti e indipendenti il più a lungo possibile. Per gettare un ponte tra anziani e tecnologia sarebbero necessari interventi strutturali ed estesi da parte del Governo, per diffondere la cultura e rendere le tecnologie più accessibili.

You May Also Like