Il ruolo dello sviluppo dei talenti nell’economia moderna secondo LinkedIn

Lo sviluppo dei talenti assume un ruolo sempre più strategico nell’economia odierna. Lo ha rivelato il Workplace Learning Report 2018 di LinkedIn, reso noto lo scorso 27 febbraio.

Somministrata a più di 4mila professionisti, di cui 1.200 professionisti dello sviluppo dei talenti, 2.200 dipendenti, 200 dirigenti e 400 manager, l’indagine ha rilevato che chi si occupa dello sviluppo dei talenti ha un ruolo sempre più centrale nella pianificazione strategica della forza lavoro.
Dalle interviste agli esperti del settore è, inoltre, emersa una visione più olistica dell’apprendimento nei moderni ambienti di lavoro, e delle sfide che devono affrontare i professionisti delle Risorse Umane in un mercato del lavoro in costante mutamento.
Lo studio ha rivelato che, man mano che la durata delle competenze diminuisce, i vertici commerciali aziendali si concentrano sul fatto che i professionisti dello sviluppo dei talenti si dedichino alla formazione sulle competenze necessarie di oggi a discapito di quelle di domani.
Eppure, dirigenti e manager sostengono sia prioritario identificare le skill più importanti per il futuro, e i professionisti dei talenti più esperti dovranno trovare un equilibrio tra le necessità presenti e future.
In ogni caso, tra le competenze da sviluppare nei talenti, gli intervistati hanno indicato le soft skill come prioritarie. In un’era di cambiamenti rapidi, avere dipendenti flessibili, che pensano in maniera critica, siano abili comunicatori e leade è fondamentale.
E’ indubbio, poi, che l’operato dei professionisti dello sviluppo dei talenti dipenda sempre più, e in maniera irreversibile, da soluzioni di apprendimento online, che si prestano a una forza lavoro sempre più diversificata e multi generazionale.
Secondo gli intervistati, la sfida numero uno nello sviluppo dei talenti è dare loro il tempo necessario per formarsi, sfruttando le piattaforme già in uso e conciliando le necessità aziendali con le aspirazioni professionali di ciascun dipendente.
Seconda sfida dei professionisti della formazione dei talenti è, infine, aumentare il coinvolgimento dei manager nella formazione dei dipendenti al fine di motivarli a farlo.

Report integrale qui.

L.S.

You May Also Like