Settore biologico, un trend in continua crescita

L’Italia è il primo produttore in Europa, il settore biologico globale vale oltre 60 miliari di euro. Frutta e vite tra le eccellenze del “tricolore”.

Negli ultimi anni il settore biologico è stato protagonista di una crescita senza precedenti, per un valore di oltre 60 miliardi a livello mondiale. In questo comparto produttivo l’Italia si colloca al primo posto in Europa, con esportazioni principalmente verso Austria e Germania (frutta e vite in testa).

Affermare che il settore biologico sia l’affare del momento non rende sufficientemente l’idea del margine di guadagno che può garantire alle imprese che scelgono di investirvi o dedicarvisi in prima persona. Per comprendere meglio quale vantaggio rappresenti il settore biologico, basta dire che alla borsa merci di Milano, durante il 2017, il grano tenero bio ha raggiunto una quotazione di 365 euro alla tonnellata, contro 188 euro del non bio, vale a dire un +94% di profitto. Stessa storia per il mais bio, quotato 364 euro alla tonnellata contro 178 euro di quello tradizionale, quindi addirittura un + 105%. Per finire la soia bio è arrivata a 612 euro la tonnellata, rispetto ai 392 euro della normale (+56%). Il caso più eclatante è però quello del risone bio, quotato ben 870 euro alla tonnellata, a differenza di quello classico che vale “solo” 270 euro, per uno scarto incredibile del 220%.

L’interesse per il settore biologico non è una mera tendenza del momento ma costituisce un vero e proprio cambiamento nelle abitudini alimentari. Una maggiore attenzione per la qualità del cibo, stili di vita più sani e una sorta di ritorno alle origini del segmento agro-alimentare, mettono in moto un intero indotto che lascia ancora spazio per le aziende del futuro.

Sempre più imprese si dedicato ad attività che hanno una qualche connessione con il settore biologico, a prescindere dal punto in cui ci si inserisce nella filiera di produzione, lavorazione, distribuzione o vendita. Dalle aziende agricole agli stabilimenti per il trattamento e il confezionamento, fino alle realtà del comparto Ho.Re.Ca Service come ristoranti, agriturismi, rivenditori all’ingrosso o al dettaglio.

 

You May Also Like