Export. Crescono i flussi commerciali verso l’estero

L’export – si sa- è uno dei punti forti dell’economia italiana. Da anni l’Italia colleziona su questo fronte risultati positivi e anche per i primi cinque mesi del 2015 le esportazioni risultano essere cresciute del 4,1%.

Ma la vera novità relativa ai dati sull’export è il peso che stanno acquisendo le piccole e medie imprese. Le indagini effettuate da Ice e Istat individuano infatti 212.023 aziende italiane attive sui mercati esteri, molte delle quali di piccole dimensioni.

exportDietro questo dato, c’è chiaramente il tentativo di bilanciare la crisi interna ma anche una cultura di impresa sempre più globale e aperta alle possibilità che vengono da lontano.

A preoccupare le imprese esportatrici è il crollo delle esportazioni verso la Russia, situazione da cui sono particolarmente penalizzati le aziende agroalimentari e il distretto calzaturiero di Fermo.

In compenso, complice anche la perdita di valore dell’euro, le esportazioni verso gli Stati Uniti sono cresciute del 28,8%, dato che potrebbe ulteriormente migliorare a seguito dell’approvazione dell’accordo sul commercio tra Stati Uniti e Europa.

Le aspettative per il futuro sono positive in considerazione della crescita dell’economia globale: le proiezioni danno una crescita del 4,1% nel 2015 e del 4,4% per il 2016.

You May Also Like