Adolescenti, sono loro a trainare i consumi globali

Finora abbiamo sentito parlare dei Millennials o Generazione Y, la generazione tra i 20 e i 35 anni da cui dipende in buona parte l’andamento dei consumi. Ma da oggi occorre tenere d’occhio un’altra categoria di consumatori: la Generazione Z, ovvero gli adolescenti nati dopo il 2000, che entro il 2020 si stima arriveranno a coprire il 40% dei consumi globali.

Gli adolescenti di oggi trainano negli Usa un consumo di 44miliardi di dollari, più altri 600 miliardi spesi dai loro genitori su loro consiglio.

adolescentiUna bella montagna di denaro, che non può che influenzare l’operato delle aziende. Ma come sono i teenager della Generazione Z?

Secondo Ketchum, i consumatori del futuro sono alla ricerca di novità e attenti fruitori di tecnologia. Hanno conosciuto la crisi per cui sono più oculati dei Millennials, non si lasciano fuorviare dal marchio nell’acquisto di un bene ma ricercano la qualità a prezzi ragionevoli. Tendono a spendere di più per la cura della persona, i viaggi, i gadget tecnologici.

Non amano spendere per gli oggetti: musica e film sono online e una macchina costosa all’occorrenza si può noleggiare. Amano gli snack ma le loro scelte sono maggiormente indirizzate verso i cibi salutari come lo yogurt o le barrette proteiche.

Infine, i vestiti, per cui in passato adolescenti e genitori hanno speso cifre considerevoli: non ricercano la griffe, vanno bene anche le moderne catene di abbigliamento a prezzi modici, purché i capi siano accostati in maniera originale e con personalità.

You May Also Like