Professioni in crescita, ecco la lista dei lavori a prova di crisi

L’Italia sta uscendo dalla congiuntura ma la disoccupazione è ancora molto alta. Panoramica sulle principali professioni in crescita nel Belpaese.

Il “posto fisso” è in via di estinzione, l’Italia però è in ripresa, anche grazie a diverse professioni in crescita che stanno ridando linfa al tessuto occupazionale nazionale. La crisi ha decimato moltissime piccole e medie imprese, tuttavia Unioncamere e Infocamere hanno registrato una netta ripresa dei mestieri di tipo manuale e artigianale. Tra le professioni in crescita che attualmente sembrano essere le più promettenti, vi sono: sarto, parrucchiere, giardiniere, meccanico, tatuatore, panificatore e addetto alle pulizie. Certo occorre adattarsi e fare qualche sacrificio, ma alla lunga gli sforzi ripagano, e le condizioni si rivelano decisamente più convenienti che l’alternativa del restare disoccupati.

Oggi la parole d’ordine sono “spirito di iniziativa” e “versatilità”, per cui di frequente bisogna abbandonare un vecchio percorso senza sbocchi, per avventurarsi in esperienze nuove. La cura degli spazi verdi pubblici, o il settore delle pulizie (per appartamenti, uffici o aziende private), sono tra le professioni in crescita del momento. I lavori legati alla ristorazione, al food and beverage, all’alimentazione e all’enogastronomia tengono saldamente tra le professioni in crescita, tuttavia bisogna moderare le proprie aspettative. La tv ha fatto diventare cuochi e chef delle moderne rockstar, i nuovi vip, ma solo in pochi riescono ad arrivare a certi livelli. Se ci si accontenta si può ambire a diventare comunque un eccellente professionista e guadagnare anche molto bene.

Immancabili tra le professioni in crescita sono quelle legate all’ambiente, alla riscoperta della natura, dalla consulenza alle attività pratiche come l’agricoltura. Ingegneri e tecnici si prestano ai comparti delle energie rinnovabili, mentre degli ever green tra le risorse umane sono gli esperti nel campo digitale, tra comunicazione, marketing e produzione creativa. Servizi, edilizia e carpenteria hanno subito una piccola battuta d’arresto, ma rimangono comunque dei segmenti in cui è ancora possibile inserirsi. Per ultimi ma non certo ultimi, gli specialisti hardware e software dell’informazione e dell’Hi-Tech.

 

You May Also Like