Le energie rinnovabili oggi garantiscono 10 milioni di posti di lavoro

Secondo il rapporto dell’IRENA il settore delle energie rinnovabili ha un enorme potenziale anche ai fini dell’occupazione, con la Cina prima al mondo.

Il settore delle risorse pulite (sole, vento, geotermia, gas naturale, idroelettrico) oggi garantisce 10 milioni di posti di lavoro su scala mondiale, lo afferma il rapporto dell’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA). I principali paesi in cui le risorse pulite si sono maggiormente sviluppate sono Brasile, Germania, Giappone, Stati Uniti, India e soprattutto la Cina. Queste aree geografiche insieme assorbono 70% del comparto, sebbene nella sola Asia si concentra quasi il 60% di tutto l’indotto globale. Il segmento più produttivo delle energie rinnovabili resta ancora quello solare e fotovoltaico, seguito a poca distanza da quello eolico. Quest’ultimo risulta particolarmente diffuso sul territorio europeo e nello specifico tra le nazioni UE.

Ogni anno un numero crescente di governi impegna fondi nella crescita delle energie rinnovabili, facendo salire in maniera esponenziale l’occupazione. Si stima che entro il 2025 le risorse non dipendenti dai combustibili fossili potranno creare quasi 30 milioni di posti di lavoro. Nel “vecchio continente” sono Danimarca e Olanda a tenere alta la bandiera dell’eolico, leader nella tecnologia degli impianti offshore. Sempre in ambito di energie rinnovabili, non meno importanti sono i biocarburanti, che vedono l’America, il Brasile e il Sud Est Asiatico tra i più grossi attrattori di interesse ed allo stesso tempo datori di lavoro. Federazione Russa, Indonesia, Iran e Pakistan spiccano per l’idroelettrico, mentre le biomasse emergono prepotentemente in Polonia, Spagna e Finlandia.

In linea generale è evidente come le energie rinnovabili attualmente non siano più una materia di nicchia, ma anzi si siano trasformate in un impegno planetario e una fonte di business molto appetibile. Tutto merito della migliore quotazione dei titoli green in borsa, degli incentivi fiscali alle imprese, e dei finanziamenti concessi alle company relativamente all’efficientamento e all’adeguamento degli impianti ai parametri di nuova generazione. L’auspicio è quello di arrivare entro pochi decenni ad affrancarsi completamente dalle vecchie risorse fossili, minerarie e nucleari, per industrie, fabbriche, aziende e addirittura agglomerati urbani, alimentati interamente dalle energie rinnovabili.

 

You May Also Like