Head Hunter: ecco come costruire una relazione proficua nel lungo periodo

In un mercato del lavoro sempre più competitivo e variegato, l’attività di executive search per profili di senior management svolta dagli Head Hunter assume un ruolo fondamentale nella ricerca di lavoro.

Per quanto le società di Head Hunter offrano il medesimo servizio, queste differiscono molto a livello di organizzazione e processi interni, e seguono nicchie di specializzazione diverse (settoriale, funzionale, e di seniority).
Per questo è indispensabile che un manager intercetti modus operandi e posizionamento di queste società, evitando di incorrere in spiacevoli incomprensioni, delusioni o, peggio, di svendere la propria professionalità.
Priorità di tutti i cacciatori di teste è, indubbiamente, soddisfare le richieste dei propri clienti, pertanto è spesso controproducente insistere sulla propria candidatura, specie nel breve termine.
Al contrario, secondo Michael Page si può come costruire un rapporto proficuo con gli Head Hunter nel lungo periodo. Una candidatura spontanea, ad esempio, può essere poco efficace in tal senso, poiché non costituiscono una priorità.
Più efficace è, invece, una candidatura riferita a un’inserzione specifica, sebbene gli Head Hunter prediligano considerare candidature che già conoscono, referenziate.
Talvolta capita, ad esempio, che alcuni manager ex clienti entrino in contatto con gli Head Hunter dopo aver lasciato la loro azienda, sempre nel rispetto degli accordi off-limits, s’intende.
Soprattutto, il modo più efficace per entrare in contatto con gli Head Hunter è farsi segnalare da un contatto comune.
Qualora, infine, si venisse contattati da un cacciatore di teste, per quanto non interessati alla vacanza in oggetto, è sempre opportuno presentarsi a un colloquio conoscitivo, che potrebbe divenire proficuo per il futuro.
In generale, gli Head Hunter vivono di informazioni, segnalazioni e networking, per cui si può anche tentare di ricontattarli dopo tempo per condividere informazioni sul mercato del lavoro o su contenuti tecnici legati al mondo HR.
Anche invitarli –o essere invitati- e partecipare in maniera continuativa a eventi di ‘networking’ può risultare una strategia proficua nel lungo periodo a livello occupazionale e nel brave a livello formativo e relazionale.

L.S.

You May Also Like