Cyber security, le certificazioni migliori per professionalizzarsi

Cresce la domanda di esperti nella cyber security, ma i percorsi di formazione non sono tutti uguali. Guida pratica per scegliere quelli giusti.

Il continuo sviluppo del settore digitale fa crescere la domanda di esperti in cyber security, per questo motivo occorre puntare sulla qualità dei percorsi di formazione. Attacchi e violazioni da parte di hacker sono ormai sempre più frequenti ed elaborati, ciò ha trasformato il comparto della cyber security in un nuovo sbocco occupazionale. Più richiesta vuol dire però anche più competitività, di seguito una guida pratica alle migliori certificazioni per professionalizzarsi in cyber security:

Certified Cloud Systems Professional, percorso di formazione dedicato alla sicurezza di piattaforme e applicazioni cloud.

Certified Security Systems Professional Professional, tra le qualifiche più apprezzate e spendibili a livello mondiale. L’esperto CISSP definisce autonomamente le politiche di sicurezza IT, comprese norme e procedure attuative in azienda.

CompTIA CASP, percorso di livello avanzato rivolto ad operatori con almeno 10 anni di esperienza in amministrazione e sicurezza IT. Chi è in possesso di questa certificazione è in grado di progettare soluzioni complesse net defence. Esiste anche il pacchetto più basic, cioè il CompTIA Security +, tra i moduli di cyber security più validi per apprendere tecniche di gestione del rischio e tutela dei dati.

Cisco Certified Network Associate, conferisce le conoscenze per sviluppare piani per la sicurezza infrastrutturale. Il modulo insegna a riconoscere le minacce e valutare la vulnerabilità dei sistemi. Sempre in ambiente Cisco vi è anche la CCNP security, incentrata su pianificazione, installazione e manutenzione delle reti aziendali LAN e WAN, quindi problematiche di convergenza e networking.

Certified Ethical Hacker, sta spopolando in ambito cyber security e serve a certificare la figura di “pirata informatico buono”. L’Ethical Hacker sfrutta quindi le proprie capacità per rilevare i punti deboli e le falle nei sistemi di sicurezza, proponendo soluzioni per risolvere le criticità.

Certified Security Manager, è una vera e propria “patente” che identifica il responsabile della direzione, progettazione, supervisione, valutazione, applicazione e promozione delle pratiche di sicurezza condivise a livello internazionale.

 

 

You May Also Like