KPI: l’importanza dei Key Performance Indicator nel Recruiting

Anche nella ricerca di “Talenti” il KPI -Key Performance Indicator – riveste un ruolo fondamentale. . Ce lo spiega Salesline, società specializzata nella ricerca e selezione.

I fattori essenziali del KPI nel Recruiting sono due: il Total Cost of Recruiting (TCR) e il Recruiting R.O.I.
I costi che incidono sul TCR includono la fee della società di selezione, (in media il 20% del RAL della posizione vacante) e il costo del personale dell’azienda, ovvero il tempo speso da Manager, HR, Responsabili di B.U nella selezione (contabilizzato in base al costo di ogni figura coinvolta).
In alcuni casi il TCR include anche i costi di trasferta del personale e dei candidati, ove rimborsati. Non è un caso, infatti, che la fase di screening avvenga sempre più tramite Skype.
Inoltre, potrebbero concorrere al TCR anche il costo dei job post, e gli assessment, ove previsti, per valutare le soft skill di un candidato (con un’incidenza dal 5 al 15% sul totale, a seconda della complessità e della fase di selezione in cui vengono effettuati).
Altri uscite sono poi legate all’uso di eventuali software seats –software dedicati alla selezione- impiegati, oltre a quelli amministrativi d’inserimento in azienda.
Più complesso, invece, è il calcolo del Recruiting R.O.I. (la misura efficacia di un investimento), che si ottiene dal rapporto tra il ritorno e il costo dell’investimento.
Secondo il Dottor Paolo Molinaroli, CFO di Musetti S.r.l., il Recruiting R.O.I. potrebbe essere calcolato sulla base del numero di CV esaminati, di interviste medie pro-selezione, i principali costi di reclutamento, l’indice di turnover aziendale e una stima dei maggiori costi sostenuti o ricavi persi per la posizione vacante).
Un calcolo che dovrà tenere conto anche di aspetti qualitativi, rispondendo, fondamentalmente, a due domande: Siamo in grado di selezionare il giusto candidato in tempi ragionevoli per il nostro “business” e “turnover”? e “Abbiamo internamente le competenze per farlo?”.
Per questo è opportuno, specie per le PMI italiane, ricorrere a una società di selezione, che oltre all’expertise, può fornire un punto di vista esterno.

L.S.

You May Also Like