Inondazioni: progettato uno smart system per il controllo decentrato

Per mitigare i danni prodotti da Inondazioni ed eventi piovosi estremi, l’Icar-Cnr ha progettato un sistema intelligente per il controllo decentrato e in tempo reale delle reti di drenaggio urbano. 

Pubblicato su Jnca, lo studio è stato condotto in collaborazione con il Dipartimento di ingegneria civile dell’Università della Calabria e il Comune di Cosenza con il supporto del progetto Pon Res-Nova.
Un’innovazione più che necessaria, dato che le Inondazioni generate durante eventi piovosi intensi possono mettere a rischio la vita umana, le risorse economiche e l’ambiente a causa della saturazione della rete di drenaggio e il conseguente sovraccarico degli impianti di depurazione.
Il sistema smart ideato dall’Icar propone di distribuire una serie di sistemi di controllo in tempo reale tra le condotte delle reti di drenaggio di sensori e paratoie elettromeccaniche intelligenti, coordinate da un algoritmo di consenso decentralizzato e controllate localmente tramite un regolatore in grado di definire il livello di apertura della paratoia, regolando il deflusso e la portata dell’acqua nella condotta, ha spiegato Andrea Vinci, ricercatore dell’Icar-Cnr e co-autore dello studio.
Il sistema mira, quindi, a ottimizzare la capacità di invaso della rete di drenaggio urbano, facendo accumulare gli eccessi nelle porzioni più scariche, evitando allagamenti e sovraccarico degli impianti di depurazione a valle della rete. Inoltre, il decentramento del sistema consente di evitare guasti e ostruzioni in punti specifici delle condotte.
Soprattutto, l’introduzione di sensori intelligenti nelle tubature permette di rilevare costantemente dati su qualità, quantità e pressione dell’acqua lungo le reti di scolo.
Dati che grazie ad adeguati algoritmi consentono alle paratoie di aprirsi o chiudersi in tempo reale, scongiurando possibili Inondazioni grazie alla deviazione delle acque in eccesso nelle aree meno cariche, ha spiegato Giandomenico Spezzano, dirigente di ricerca dell’Icar-Cnr.
Oltre a prevenire ed, eventualmente, mitigare eventuali Inondazioni, l’IoT può anche aiutarci a risolvere il problema della scarsità idrica per l’agricoltura, ha aggiunto Patrizia Piro, ordinario di idraulica presso il Dipartimento di ingegneria civile dell’Università della Calabria.
L.S.

You May Also Like