Via la rendita catastale per i macchinari funzionali alla produzione

Buone notizie per gli «imbullonati». Le aziende che rischiavano di pagare l’Imu sui macchinari per via delle nuove regole catastali possono considerare scongiurato ogni pericolo di imposizione illecita, sarà tolta la rendita catastale.

L’articolo 4 del disegno di legge di Stabilità 2016 agisce infatti nella direzione del miglioramento della competitività delle aziende italiane.

meccanicaIl comma 9 dell’articolo 4 introduce infatti un discrimine decisivo ai fini della tassazione: non sono ammissibili alla stima delle costruzioni riconducibili agli asset aziendali «macchinari, congegni, attrezzature e altri impianti funzionali allo specifico processo produttivo». Decadono per cui tutti gli accertamenti in atto basati sui vecchi presupposti.

Per le aziende i cui macchinari sono già stati inseriti nella rendita catastale, viene in aiuto il comma 10. Le nuove disposizioni legislative infatti permettono a questi soggetti di ripresentare l’accatastamento secondo i nuovi criteri entro il 15 giugno 2016. In questo modo è possibile vedersi approvata la riduzione delle unità immobiliari e dunque la tassazione che ne deriva.

You May Also Like