Nuove regole per i ritardi nei pagamenti per i professionisti

Ci sono ancora dubbi legati ai contenuti pubblicati in Gazzetta per quanto riguarda il ritardo dei pagamenti.

Ecco presentate le nuove regole valide anche per i professionisti, esposte nel decreto che attua le norme Ue.

ritardo_pagamentiLe regole che fissano i nuovi tempi di pagamento, stabilite nel decreto per il recepimento della Direttiva 2011/7/Ce, valgono ora anche per i professionisti.

Confprofessionisti avvisa che dal 2013 i professionisti potranno usufruire di tempi di pagamento più brevi per le transazioni commerciali.

Probabilmente tra i servizi menzionati da tale decreto vi rientrano anche i servizi di progettazione.

Tra i vantaggi che riguarderanno i professionisti rientrano i tempi certi per la verifica della congruità della prestazione professionale, nonché la somma forfettaria di 40 euro da sommare all’importo dovuto al creditore in caso di ritardato pagamento, a titolo di rimborso per le spese di recupero.

In particolare le regole più severe a proposito dei tempi di pagamento verranno applicate contratti conclusi a partire dal primo gennaio 2013 e prevedono che le Pubbliche Amministrazioni saldino i pagamenti entro 30 giorni.

In casi particolari saranno ammesse proroghe a 60 giorni (con un tasso d’interesse base maggiorato dell’8%).

Ai dubbi relativi ai settori interessati da questa norma il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Mario Ciaccia ha affermato che le nuove norme dovrebbero applicarsi a tutti i settori.

You May Also Like