Italiani sempre più attenti alle tematiche ambientali

Da una recente ricerca condotta dall’istituto di ricerche Lorien Consulting, è emerso che gli italiani sono sempre più informati sui temi relativi all’ambiente e preoccupati dai problemi ambientali.

Il report è stato presentato in occasione della terza edizione del Forum sui Rifiuti, organizzato da Legambiente e in corso proprio in questi giorni a Roma, che mette a confronto le iniziative imprenditoriali più innovative e gli enti locali più virtuosi con i rappresentanti delle Istituzioni Nazionali.

ambienteIl sondaggio ha evidenziato come il 57% degli italiani ha ormai sviluppato una coscienza ecologica e si ritiene responsabile in prima persona della tutela ambientale. Una gran parte degli intervistati considerano però anche le attuali politiche ambientali dei palliativi poco efficaci e sono consapevoli che occorrono investimenti strutturali per prevenire e intervenire sul territorio. Tra le misure indicate dai cittadini per uscire dalla crisi ecologica figurano maggiori investimenti nelle energie rinnovabili e un grande piano di messa in sicurezza del territorio.

Nonostante gli ottimi dati riguardanti la raccolta differenziata, nel nostro paese (il 93% del campione interpellato dichiara di farla e il 59% si impegna a differenziare correttamente i rifiuti per tutelare l’ambiente) è sulla gestione dei rifiuti che gli italiani provano un senso di insoddisfazione maggiore.

 “In Italia per ogni milione di euro di PIL infatti produciamo 42 tonnellate di rifiuti a fronte delle 65 prodotte dalla Germania per esempio, grazie alla capacità di recupero e riuso dei rifiuti nel settore produttivo” ha spiegato Rossella Muroni, presidente di Legambiente.

Gli altri temi che preoccupano i cittadini sono i cambiamenti climatici, temuti dal 30% degli intervistati, e l’inquinamento industriale e lo smog, che rappresentano una fonte di preoccupazione rispettivamente per il 34% e per il 44% della popolazione.

Dal sondaggio emerge inoltre un interesse crescente degli italiani nei confronti dell’economia circolare, ritenuta dal 92% degli intervistati una soluzione alla crisi ambientale ed economica che affligge il nostro Paese.

Ti potrebbero interessare anche: