Stress da rientro al lavoro, consigli e strategie per superarlo

Ne soffre in media una persona su cinque, si tratta dello stress da rientro al lavoro. Ecco alcuni rimedi semplici ed efficaci per riprendere il ritmo.

Come ogni anno dopo la pausa estiva si torna a parlare di stress da rientro al lavoro. Dopo un anno intero passato in ufficio o tra impegni professionali, è indispensabile staccare la spina, tuttavia questo break è un’arma a doppio taglio, perché provoca la disincronizzazione di bioritmi e abitudini. Quando arriva il momento di riprendere la solita routine ecco puntuale manifestarsi lo stress da rientro al lavoro, per cui si fa fatica a riprendere il ritmo e ci si sente più stanchi di prima. Il principio è lo stesso della pratica sportiva, per cui il corpo ha bisogno di un po’ di tempo per riadattarsi agli impegni sostenuti.

Per contrastare lo stress da rientro al lavoro è possibile mettere in atto diverse strategie, eccone un esempio:

Pianificare tutti gli impegni. Trovarsi davanti ad una mole di appuntamenti e faccende da sbrigare scoraggerebbe anche Ercole nelle mitiche 12 fatiche. Il trucco è fissare un’agenda delle priorità, così da distribuire le cose da fare su una tempistica più ragionevole.

Programmare la prossima vacanza. Avere davanti il traguardo-premio di una prossima pausa, di un viaggio o anche solo di un weekend ogni tanto, può essere gratificante e aiuta ad affrontare lo stress da rientro al lavoro.

Trovare il tempo per fare esercizio fisico. In vacanza si fanno tante cose, ma a meno che non si tratti di escursioni, gite o passeggiate, di solito si sta sdraiati in spiaggia di giorno e al massimo si va un po’ in giro la sera. Bisogna ritagliarsi almeno mezz’ora al giorno per fare moto, riattivare il fisico per sentirsi nuovamente pieni di energia.

Curare l’alimentazione. Pranzi, cene, e tanti snack fuori pasto dopo qualche giorno appesantiscono e si fanno sentire. Un buon modo per combattere lo stress da rientro al lavoro è adottare una dieta equilibrata e sana.

Dormire bene. Una o due settimane di ore piccole e di sveglia ad orari diversi, crea scompensi e disturbi del sonno. Una volta a casa meglio riprendere il solito ritmo sonno-veglia, per alzarsi adeguatamente riposati e carichi.

 

 

 

 

You May Also Like