Risparmio: modalità e piccole manie degli italiani

Secondo una recente indagine di Facile.it sono ben 16,8milioni gli italiani che almeno una volta a settimana discutono con un familiare su dove apportare dei tagli alla spesa. Un tema che porta 6milioni discutere persino ogni giorno.

Dall’indagine è emerso che, all’interno delle famiglie italiane, l’attenzione al Risparmio sia principalmente appannaggio delle donne (58%) e della fascia di età tra i 35 e i 54 anni (43%).
Colpisce, invece, che siano ben 5,8 le discussioni medie al mese in materia di taglio delle spese. Discussioni che per 17,2milioni di italiani dipendono dalla presenza di un famigliare “veramente sprecone”, mentre per 14,5 milioni sono legate all’eccessiva parsimonia di un membro della famiglia.
Due categorie antitetiche in cui, sorprendentemente, è sempre l’uomo a primeggiare, specificatamente come “sprecone” secondo il 58% dei rispondenti e come “taccagno” per il 55%.
Ad alterare gli equilibri in materia di Risparmio incide, poi, l’arrivo di un bebè, che porta il padre a divenire ancora più parsimonioso (dal 55% al 66%), mentre rende la mamma più propensa all’acquisto (dal 42% al 50%).
In generale, per favorire il Risparmio, oltre ad azioni consapevoli e virtuose nell’uso degli elettrodomestici a pieno carico (70,7%) e in attività come il lavaggio dei denti a rubinetti chiusi (69,6%), dall’indagine sono emerse anche piccole “manie”, a partire dalla presenza di un vero “fanatico del Risparmio” in casa (per 32,6milioni gli italiani).
Ad esempio, 6,1milioni di italiani riutilizzano più volte l’alluminio o la pellicola trasparente per alimenti, 5,3milioni mettono l’auto in folle in discesa, 5,5milioni dividono in due i tovagliolini di carta, e 2,6 milioni di donne lo fanno con i dischetti struccanti.
Vi sono, poi, 11,5milioni di persone che cambiano continuamente supermercato in base alle offerte, mentre 3 milioni comprano solo alimenti vicini alla scadenza.
Espedienti che, tuttavia, in media portano un vantaggio economico annuo di soli 239euro, che per il 39% non arriva a 100euro.
Se, infine, sul fronte “grandi spese”, 16,9milioni di italiani sono riusciti a tagliare sull’RC auto, ora vorrebbero farlo anche con luce, gas, ADSL, e con le spese di gestione del conto corrente.
L.S.

You May Also Like