Azienda in crisi? Chiudere non è l’unica soluzione possibile

La crisi si sa, ha messo in ginocchio l’economia italiana, costringendo numerose aziende a chiudere o a trasferirsi all’estero: ma queste non sono le uniche soluzioni possibili.

analisi_aziendaleUn imprenditore alle prese con un’attività in crisi può tentare di risanare l’azienda grazie all’aiuto di diversi strumenti.

È innanzitutto fondamentale rivolgersi ad unprofessionista specializzato in analisi di bilancio capace di individuare i punti deboli dell’azienda e di proporre strategie innovative per superare la crisi.

Attraverso lo studio dei bilanci, valutando cali di fatturato, aumento dei costi e delle eventuali rimanenze, un professionista attento potrà trarre utili conclusioni dal confronto con i dati ricavati ed i dati storici dell’azienda.

Una volta che il quadro aziendale sarà chiaro, si potrà decidere di elaborare un piano di risanamento: innanzitutto bisognerà eliminare i fattori che si sono rivelati dannosi ed improduttivi, per poi procedere con un piano di recupero crediti.

Soltanto quando l’analisi aziendale evidenzia una situazione estremamente difficoltosa, l’imprenditore dovrà necessariamente prendere in considerazione eventuali liquidazioni, cessazioni di impresa o dichiarazione di fallimento.

You May Also Like