Puglia, nuovo bando per interventi di efficientamento energetico

E’ stato pubblicato il bando della Regione Puglia che finanzia progetti volti a incrementare il livello di efficienza energetica.

Il bando per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici vale 157,8 milioni di euro. “Risparmiare energia è importante tanto quanto produrla” ha commentato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone, a margine del comunicato.

efficienza energeticaQuesta misura rappresenta un’opportunità importante per la vivibilità e il risparmio energetico di spazi come ospedali e aziende sanitarie, scuole e uffici di amministrazioni pubbliche.

“Con questo bando raggiungiamo tre obiettivi: ridurre gli sprechi energetici negli edifici pubblici; migliorare la vita di tutti gli utenti, sia del personale che vi lavora che di chi ne fruisce; e offrire rilevanti opportunità di sviluppo e di lavoro per le aziende che effettueranno i lavori” ha aggiunto Capone. “La dotazione del bando attivato è di oltre 157 milioni di euro. Per questo invitiamo le amministrazioni pubbliche pugliesi a cogliere al più presto le opportunità offerte”.

L’incentivo è previsto per gli interventi di ristrutturazione degli edifici sia per l’involucro esterno, sia per le dotazioni impiantistiche. I lavori devono prevedere l’installazione di sistemi di telecontrollo intelligente, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici. Potranno inoltre essere installati impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili per l’autoconsumo.

Tra gli interventi ammessi: infissi, isolamenti murari, sistemi efficienti di riscaldamento e condizionamento, sostituzione di illuminazione e di scaldacqua elettrici.

L’importo dei lavori da candidare non dovrà superare i 5 milioni di euro per ogni intervento. Ciascun ente potrà presentare fino a tre progetti (riferiti a edifici diversi), con un’ipotesi di finanziamento massimo di 15 milioni.

La domanda potrà essere presentata fino alle ore 24 del 30 agosto 2017 attraverso procedura online, sul portale www.sistema.puglia.it. A farlo dovranno essere le amministrazioni pubbliche dopo essersi accreditate.

L’intervento si avvale delle risorse del Por Puglia Fesr 2014-2020 e del fondo Fsc 2014-2020.

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami