Pasqua 2017 saluta Uberblack: il servizio di Ncc fa concorrenza sleale ai taxi

La mezzanotte di Pasqua 2017 vede la fine della vita di Uberblack in Italia per ”concorrenza sleale” ai taxi. Questa la sentenza del Tribunale di Roma dello scorso venerdì 7 aprile, che impone alla società di sospendere tutti i servizi di trasporto entro 10 giorni.

UberblackUberblack, l’unico servizio di Ncc del colosso californiano rimasto attivo in Italia dopo il blocco di UberPop nel 2015, vede così chiudersi un’altra porta nel mercato italiano.

Insieme alla società, si chiudono i rubinetti anche per gli oltre mille autisti che dal 2013 rispondevano alle richieste dei clienti e da cui venivano pagati tramite piattaforma. Tutti, peraltro, autonomi, in partita Iva.

Il commento di Carlo Tursi, General Manager di Uber Italia: “Siamo allibiti, ma vogliamo lottare per i nostri autisti (…) Per alcuni si parla anche di 2.500-3.000 euro al mese” e due terzi dei driver ha investito nell’attività, acquistando un auto meno di tre anni fa.

Presente in più di 70 Paesi in tutto il mondo, la società di Uberblack si è già appellata alla sentenza dei giudici mentre da tempo caldeggia una riforma del settore. Se, infatti, la legge di riferimento è datata 1992, negli ultimi 25 anni le abitudini dei passeggeri sono notevolmente mutate, e in maniera irreversibile.

Intanto la sede di Milano andrà avanti con UberEats, l’app per la consegna di cibo lanciata lo scorso ottobre, che l’azienda vorrebbe portare anche a Roma entro l’anno.

Il bilancio complessivo dei servizi Ncc, però, è in negativo: la californiana ha chiuso la sua sede a Copenaghen poche settimane fa per un intervento legislativo. Più reattivo, invece, il Portogallo, dove una riforma ha annullato la dichiarazione di illegalità del servizio.

Nonostante la fine della vita di Uberblack in Italia, il problema resta: il settore necessita di innovazione. Basti pensare alle recenti app come MyTaxi che offrono le stesse funzioni della piattaforma delle black ma con gli autisti delle bianche. Battaglia persa, dunque, ma non la guerra contro la tecnologia.

L.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami