Malattia: secondo l’Inps ci si ammala soprattutto di lunedì

Secondo i dati Inps nel 2016 sono stati presentati 18 milioni di certificati di malattia per assenze lavorative.

L’Inps ha pubblicato l’Osservatorio statistico sulla certificazione di malattia nel nostro paese relativo all’anno 2016. Il numero maggiore delle richieste sono concentrate soprattutto nel periodo invernale nelle zone settentrionali dell’Italia.

I certificati trasmessi all’Inps lo scorso anno sono stati 12,6 milioni nel privato e 6,3 milioni nella pubblica amministrazione. Si è quindi registrata una crescita del 4,4% per il privato e una sostanziale stabilità per il settore pubblico (-0,03%).

Nell’Osservatorio si sottolinea che gli eventi di malattia nel settore privato sono stati 9,3 milioni, 4,4 milioni i lavoratori coinvolti. Per quanto riguarda la pubblica amministrazione sono stati 5 milioni, con 1,8 milioni di persone coinvolte.

La distribuzione del numero degli eventi malattia per giorno di inizio della settimana nel 2016 è simile nei comparti. Dalle statistiche pubblicate dall’Istituto di Previdenza, il lunedì risulta essere il giorno in cui ci si ammala più spesso.

Il primo giorno della settimana ha visto infatti la concentrazione maggiore di certificati di malattia. 2,7 milioni di eventi (29,6%) sono stati registrati per il settore privato e 1,3 milioni (26,8%) per la pubblica amministrazione.

Dal report si evince anche l’elevata stagionalità che influenza il numero dei certificati medici. Nel 2016 infatti è massimo nel quarto trimestre dell’anno per il settore privato (circa il 38%). Per quanto riguarda il settore pubblico invece il massimo è stato registrato nel primo trimestre (circa il 32%).

Secondo l’osservatorio il Nord-ovest è stata l’area geografica con il 28,4% presenta il maggior numero di certificati medici nel 2016.

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami