Due part-time in contemporanea. E’ possibile, ma con dei vincoli

Al giorno d’oggi è sempre più difficile, specie per i giovani, trovare lavoro. Alle volte, invece, lo si trova ma è solo a tempo parziale. E allora capita di optare per Due part-time. Una scelta possibile secondo la Legge, purché si rispettino alcune condizioni. Vediamo quali.

A dare una risposta definitiva e “super partes” al quesito sull’avere Due part-time in contemporanea è stata la Corte di cassazione, che in una recente sentenza (n. 13196) risalente allo scorso maggio ha chiarito che nessun datore di lavoro può impedire a un dipendente assunto a tempo parziale di svolgere un secondo lavoro part-time. Purché siano rispettati alcuni parametri.

In primo luogo, chi ha Due part-time deve rispettare il monte ore settimanale limite stabilito dalla normativa, ovvero 48 ore di lavoro, compreso il diritto al riposo settimanale del lavoratore, che deve essere di almeno 24 ore consecutive ogni 7 giorni di attività (D. Lgs. 66/2003).

Affinché questi parametri vengano rispettati, quindi, il lavoratore deve comunicare a entrambi i datori di lavoro il monte ore svolto presso l’altra azienda.

In secondo luogo, conditio sine qua non per poter svolgere contemporaneamente Due part-time è che le due attività non siano in concorrenza tra loro, ovvero che le due attività del lavoratore in questione non creino un conflitto di interessi e danneggino reciprocamente i due datori di lavoro.

In sostanza, quindi, nessuna azienda potrà mai licenziare un dipendente assunto a tempo parziale perché questi svolge un’altra attività lavorativa part-time presso un’altra Società a patto che il lavoratore rispetti il “patto di non concorrenza” e limiti le sue attività lavorative al monte ore settimanale massimo stabilito dalla legge.

In presenza di obiezioni da parte del datore di lavoro sulla “non concorrenza” dell’altra azienda per cui il lavoratore presta servizio, la Cassazione ha stabilito infine che “L’incompatibilità deve essere verificata caso per caso, restando tale valutazione suscettibile di controllo, anche giudiziale”.

L.S.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami