“Cara Italia” quanto sei cara: Bolzano eletta città più costosa

Sulla base dei dati Istat pubblicati lo scorso 15 marzo l’Unione Nazionale Consumatori ha stilato la classifica delle “città più care d’Italia”: sul podio Bolzano con +2,2%, seguita da Milano con +2,1% e Trento, con +2,2%.

Per una “famiglia standard” composta da 4 persone l’aumento rilevato a Bolzano si traduce in un rincaro del costo della vita pari a 1190 euro su base annua, mentre il dato registrato su Milano determina un aumento di 1078 euro, seguito da Trento ove la spesa annua salirà di 896 euro.

BOLZANOA livello nazionale, per la “famiglia media italiana” l’impennata dell’inflazione all’1,6% comporta una maggiore spesa annua di 608 euro, di cui 234 destinati esclusivamente alla spesa quotidiana. Se tale incremento significa pagare, in termini di aumento del costo della vita, per l’ipotetica famiglia media Istat da 2,4 componenti 480 euro in più nei dodici mesi, di cui 184 per il carrello della spesa, per una coppia con un figlio nello stesso intervallo di tempo il rincaro arriva a 571 euro in più (di cui 219 per la spesa di tutti i giorni). Un pensionato over 65 spenderà 315 euro in più, che salgono a 322 per un single con meno di 35 anni, ed infine a 466 euro per una coppia under 35 senza prole.

Il dato più allarmante è che le tre città on top della classifica superano persino la soglia massima del 2% di riferimento dalla BCE. Non solo: tutte le città sono colpite dai rincari, nessuna esclusa. Il tasso d’inflazione si posiziona sopra la media nazionale dell’1% in dodici capoluoghi e province autonome sui 19 esaminati dall’istituto.

A Trento segna +1,5%, seguita da Milano, Napoli e Bari con +1,4%. La “meno peggio” Roma, in fondo alla classifica con +0,7%, superiore solo al +0,6% registrato a Bologna.

 I prezzi sull’anno aumentano anche tra i centri con più di 150.000 abitanti che non sono capoluoghi, e sono più ingenti a Livorno con +1,8% e Padova con +1,5%, mentre Reggio nell’Emilia e Ravenna registrano i rincari più contenuti, entrambe con +0,4%.

  L.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami