Aziende e social: aumentano gli investimenti

Le aziende sono sempre più “social”, o meglio, i social network sono sempre più al centro degli investimenti in comunicazione delle aziende italiane. A rivelarlo è uno studio condotto dai ricercatori dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Che rileva un crescente ricorso anche a LinkeIin e Instagram, che incalza sempre più il “gigante” Facebook.

socialDigital economy, e-commerce, web reputation e, soprattutto, social. Non solo inglesismi ma una vera e propria rivoluzione dell’economia. Cui le aziende devono adeguarsi per comunicare, interagire e fidelizzare un consumatore sempre più bombardato da informazioni, immagini, video.

E, parimenti, mutano le strategie aziendali per colpire i consumatori. Che espandono -letteralmente- la propria rete non più solo su Facebook ma anche attraverso altri social, con un notevole incremento del ricorso a Instagram, salito dal 29 al 69%, e LinkedIn, che segna +19 punti percentuali, il cui uso ai fini aziendali è passato dal 45 al 64%.

Dallo studio è emerso, inoltre, un incremento dell’attività di monitoraggio delle azioni dei concorrenti sui social network, che nell’ultimo anno è passata dal 28 al 46%.

I dati sono stati estrapolati da uno studio condotto dal Centro di ricerca interuniversitario in economia del territorio (Criet) dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca su 270 aziende italiane, mettendo a confronto 2016 e 2017.
Dal quale è emerso che la molla che spinge sempre più aziende a diventare social è, in primis, la possibilità di diffondere informazioni e interagire con gli utenti-clienti.

Senza tralasciare la costruzione della brand reputation, per la quale quasi tutte le aziende intervistate ritengono i social siano uno strumento tanto potente quanto dannoso, se gestiti male, per l’immagine di una società.

Dall’indagine emerge che rispetto al 2016 Facebook detiene il primato di social più utilizzato dalle aziende italiane, con solo un’azienda su 20 che non vi ricorre, mentre il secondo classificato è YouTube (cui ricorre l’81% delle aziende intervistate), seguito sul podio da Twitter (con una diffusione del 70%). Cui si aggiunge un sensibile incremento dell’utilizzo anche di Instagram e LinkedIn.

Colpisce, infine, l’esistenza di un budget ad hoc che tre intervistate su quattro hanno dichiarato di stanziare per la comunicazione sui social network, un segnale importante della sempre maggiore importanza di questi strumenti per le aziende oggi.

L.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami