Arredo, la sfida delle aziende italiane passa per il contract

Dalla vendita del prodotto alla fornitura di un servizio. Così si può riassumere il cambiamento in atto in molte aziende del settore arredo.

arredoAgire sul mercato internazionale comporta infatti la necessità di una maggiore competitività che spesso si traduce nella costruzione di un ruolo che va oltre la vendita del prodotto. Molte aziende, tra cui anche alcuni dei nomi più noti dell’arredo made in Italy come Poltrona Frau e B&B Italia, hanno spostato il focus delle proprie attività dal semplice retail al contract. Spesso, occuparsi del coordinamento di un intero processo immobiliare piuttosto che della sola vendita dei prodotti è infatti l’unica chiave per affermarsi sul mercato internazionale.

Un’evoluzione inevitabile, il cui valore a livello globale si stima sia superiore al business del solo retail di 1,5 volte.

«Sempre più spesso – commenta Alberto Beretta, managing director della Divisione Contract di B&B Italia – i committenti ci richiedono di occuparci di più fasi del processo. I rischi e le responsabilità sono superiori ma è quanto chiede oggi il mercato e noi dobbiamo adattarci al cambiamento».

E molte aziende italiane si sono già adeguate, alcune istituendo addirittura al loro interno una divisione dedicata al coordinamento dei progetti.

Ti potrebbero interessare anche: