Il regime agevolato spinge le partite Iva

Secondo quanto rilevato da un’indagine dell’Osservatorio sulle partite Iva del Ministero dell’Economia e delle Finanze a febbraio 2016 sono state aperte 51.141 nuove partite Iva e, con un aumento del 18% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Il Mef ha spiegato che le basi di questo importante incremento sono da collegarsi principalmente al numero maggiore di adesioni al regime agevolato forfettario, reso più conveniente dall’ultima legge di Stabilità che ha aumentato di 10.000 euro tutte le soglie di ricavi o compensi per le diverse attività. Per questo motivo 17.852 soggetti, pari a circa il 35% del totale delle aperture, ha scelto il regime agevolato.

partite ivaRispetto ai dati rilevati nel febbraio 2015, il commercio ha fatto registrare il maggior numero di aperture di partite Iva con oltre il 23% del totale, seguito dalle attività professionali con il 14,6% e dall’agricoltura con il 10,3%. Tra i settori principali si osserva invece l’incremento delle nuove aperture nel comparto delle attività professionali (+58,3%), dell’l’istruzione (+58,1%) e della sanità (+39,3%), mentre non vi sono stati cali di avviamenti negli altri settori.

Per quanto riguarda la suddivisione sul territorio il 43,5% delle nuove partite Iva è al Nord, il 22,2% al Centro mentre il 34,1% al Sud e isole, rispetto all’anno scorso tutte le Regioni hanno fatto registrare degli incrementi, al primo posto la Provincia autonoma di Trento (+44,2%) seguita dalle Marche (+39,5%), in coda Sardegna (+8,1%) e Sicilia (+9,8%).

Ti potrebbero interessare anche: