Legge di Bilancio, previste novità per imprese e autonomi

A poco più di un mese dall’approvazione della nuova Legge di Bilancio, il Capo del Governo Matteo Renzi ha annunciato che la prossima manovra conterrà particolari novità per le imprese e per chi lavora con la partita Iva.

Si tratta dell’introduzione dell’Iri, la nuova imposta sul reddito imprenditoriale destinata in particolare alle imprese individuali e alle società di persone e uno sconto sui contributi versati dagli autonomi non iscritti agli ordini.
soldiSecondo la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa la platea di imprese interessate dall’Iri sono oltre mezzo milione e altrettanti sono i lavoratori autonomi che potranno godere dello sconto.

I calcoli del Governo stimano per i lavoratori iscritti alla gestione separata Inps un risparmio di circa mille euro l’anno, che equivalgono all’incirca agli 80 euro che percepiscono i lavoratori dipendenti. L’intervento dovrebbe tradursi in una riduzione dell’aliquota contributiva da circa il 27 al 25%.

“L’obiettivo è quello di premiare chi investe nella propria azienda, sottraendo gli utili reinvestiti alla tassazione Irpef. In questo modo, con l’aliquota al 24% annunciata dal premier, il total tax rate sul reddito di impresa, cioè la percentuale di reddito che ogni anno viene “mangiata” dal totale delle tasse, scenderebbe, secondo i calcoli della Cna, di due punti percentuali rispetto ad oggi” spiega Claudio Carpentieri, responsabile delle politiche fiscali della confederazione degli artigiani.

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami