Apprendistato. Un contratto possibile anche per gli over 29

A come Apprendistato. Un contratto molto diffuso tra gli under 29, che regala benefici all’azienda e al neo assunto. Tuttavia, una forma contrattuale che pochi sanno andare oltre il suddetto limite di età, a patto che vi siano alcuni prerequisiti fondamentali.A come Apprendistato.

Probabilmente non tutti, infatti, sanno che la legge prevede che il contratto di Apprendistato nella forma professionalizzante può essere fatto per qualsiasi lavoratore, a prescindere dall’età. Via libera, dunque, anche agli over 29, a chi percepisce le indennità di disoccupazione a sostegno del reddito, chi è in mobilità o chi ha stipulato il relativo patto di servizio personalizzato PSP.

In realtà, il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tutti gli effetti, che inizia con un periodo di formazione obbligatorio e termina, in accordo tra le due parti, con la sua conversione in un contratto a tempo indeterminato.

Beneficiari dell’ Apprendistato, quindi, sono anche gli over 29 così come tutti quei lavoratori che godono di un’indennità di disoccupazione (NASpI, ASPI e MiniASPI, l’indennità speciale di disoccupazione edile e la DIS-COLL).

Al contempo, naturalmente, hanno diritto al Bonus Assunzione per l’Apprendistato anche quei lavoratori che, pur avendo presentato la domanda di disoccupazione, non risultano ancora percettori dell’indennità al momento dell’avvio del contratto.

La durata dell’Apprendistato varia da un minimo di sei mesi a un massimo di 3 anni, salvo alcune professioni artigianali, ove può durare anche fino a 5 anni. Nel contratto bisogna specificare il profilo formativo del lavoratore e la qualifica che acquisirà alla conclusione del periodo di apprendistato.

Durante lo svolgimento del piano formativo il lavoratore può essere inquadrato fino e non oltre due livelli sotto la categoria spettante per quella mansione, e/o a ricevere uno stipendio che crescerà gradualmente secondo l’anzianità di servizio o in percentuale, fino ad arrivare al 100% di quanto previsto per il proprio livello.

La grande opportunità di (ri)qualificazione professionale del’apprendistato senza limiti d’età è disciplinata dall’art. 47, comma 4 del D. Lgs. n. 81/2015, portando benefici agli over 29 così come alle aziende che nei primi 18 mesi dall’assunzione dell’apprendista dovranno versare un’aliquota del 10% -e il lavoratore del restante 5,84%, terminati i quali passeranno alla contribuzione piena, mentre per il lavoratore l’aliquota resterà invariata.

L.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami