Urbi: il car sharing segna +35%, 30milioni di Km in 6 mesi

Car sharing in Italia in positivo: +35% e 30milioni di Km in 6 mesi. Lo rivela l’analisi di Urbi, l’app che aggrega tutti i principali sistemi di car sharing di mobilità urbana e condivisa nelle principali città italiane ed estere.

UrbiUrbi, l’aggregatore di sistemi di car sharing che consiglia anche il servizio migliore per il percorso richiesto, indica costi, tempi e la distanza dal mezzo, ha realizzato lo studio in occasione del convegno “Smart Mobility in Smart Cities”.

Dai dati rilevati è emerso che il mercato del car sharing in Italia è cresciuto di oltre il 35%, coprendo ben 30milioni di Km in soli sei mesi. Città chiave dell’auto in condivisione Milano, Torino, Firenze e Roma dove primeggiano i servizi di Car2go, Enjoy, Share’n’go, DriveNow e ZigZag.
Lo studio di Urbi delinea anche la figura del “noleggiatore medio“, costituito al 75% da uomini, con un’età media tra i 25 e i 44 anni e per una durata media di 25 minuti, mentre il numero delle utenze varia molto da città a città.
A Milano sono 5.415 le ore di guida del car sharing ogni giorno, il doppio di Roma, dove il monte ore è di 2.551. Segue Torino, con 1.123 ore e, ultima, Firenze, con 639, per un totale di 1.800.000 nel periodo di analisi (settembre 2016-febbraio 2017).

L’utilizzo maggiore del car sharing ha un picco di venerdì e sabato. A Milano la media settimanale abbraccia la fascia oraria tra le 18 e le 20 e un 10% anche dopo le 22, contro il 6,8% che resta fedele agli autobus notturni.

Anche il numero dei mezzi a disposizione, 5.030 su tutto il territorio nazionale, varia da città a città, in linea con le ore quotidiane di noleggio. In testa Milano, con 2.386 veicoli, seguita da Roma con 1.570.

Sorprende il dato rilevato da Urbi su Torino e Firenze, ove, nonostante una riduzione del parco veicoli, a quota 610 e 464, il numero degli utenti è cresciuto nel periodo analizzato, segnando rispettivamente +8% e +12%, a dimostrazione dell’utilità del servizio.

Ti potrebbero interessare anche: