SCIA, Segnalazione Certificata di inizio Attività

Lo SCIA, Segnalazione Certificata di Inizio Attività, è il documento che le aziende con attività di beni e di lavorazioni industriali devono presentare all’ente preposto per comunicare l’apertura, la modifica o la cessazione dell’attività produttiva.

sciaCome previsto dall‘articolo 19 della legge 241/90, la SCIA ha effetto immediato a partire dalla data di presentazione della documentazione.

Esistono 2 modelli differenti da compilare, in base al tipo di presentazione di SCIA da effettuare, cioè se si tratta di una nuova attività o di un subentro ad un’impresa esistente senza l’apporto di modifiche strutturali.

Ai modelli SCIA correttamente compilati vanno allegati documenti riguardanti le autecertificazioni per il possesso dei requisiti soggettivi e oggettivi per l’apertura dell’attività, nonché, se necessario, elaborati tecnici e planimetrici.

Una volta ricevuta l’intera documentazione, la Pubblica Amministrazione dovrà verificare entro 60 giorni la veridicità delle dichiarazioni dell’azienda, intervenendo in caso di false dichiarazioni con l’imposizione di sanzioni o la chiusura dell’attività.

Soltanto i piccoli laboratori artigianali che abbiano al massimo 3 addetti e che non impieghino impianti o macchine con emissioni gassose (ad esempio calzolaio, sarto, elettricista) sono esentati dall’obbligo di presentazione della SCIA.

La SCIA deve essere presentata in forma telematica attraverso posta elettronica certificata, o rivolgendosi alle Associazioni di Categoria.

Ti potrebbero interessare anche: