Congedo parentale, ecco come richiederlo

Il Decreto Legislativo 151/2001 determina con chiarezza i diritti ed i doveri dei genitori che intendessero usufruire dei congedi parentali.

congedi parentaliIl congedo parentale concesso può essere a tempo pieno o parziale, oppure ad ore calcolato sotto forma di credito di tempo, per assecondare le esigenze del lavoratore ma anche del datore di lavoro.

Bisogna però precisare che il congedo ad ore, nel nostro paese, non è ancora utilizzabile: le associazioni di categoria devono ancora affrontare le contrattazioni per l’applicazione effettiva di questa possibilità.

Se per i contratti collettivi di 2° livello è possibile inoltrare una proposta al datore di lavoro, per i dipendenti pubblici non è ancora possibile prendere in considerazione l’opzione del congedo parentale a ore.

I lavoratori dipendenti con un figlio sotto gli 8 anni possono usufruire di permessi fino a 6 mesi (frazionati o continuativi) la madre e 7 mesi il padre.

Se i genitori decidessero di assentarsi dal lavoro contemporaneamente, il congedo complessivo dei due lavoratori sarà di 11 mesi.

Per ottenere il congedo, il lavoratore dipendente dovrà comunicare la data di inizio del periodo con un anticipo di 15 giorni, direttamente al datore di lavoro.

La retribuzione percepita nel periodo di congedo parentale è pari al 30% di quella ordinaria per permessi richiesti nei primi 3 anni di vita del figlio e per un massimo di 6 mesi all’anno.

Parole chiave

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami