2017 è boom di nuove imprese

Sono 4.195 le nuove imprese nate in Italia dall’1 al 5 gennaio 2017.

Studi di design, atelier di moda, studi di progettazione e architettura, confezioni, ristoranti, affittacamere, agenzie di scommesse, attività di tatuaggi. Secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano ben 722 nuove imprese sono nate in Lombardia, quasi 1 su 5. Ogni giorno nel Paese ci sono state 839 iscrizioni, circa 50 sia a Roma che a Milano.

lavoroSono circa il 35% le nuove attività guidate da una titolare donna, più di un terzo del totale. A Milano le imprese “rosa” sono 39, in Lombardia 140, in Italia in totale sono 890. Le imprese aperte da stranieri nel nostro paese sono 481 e rappresentano il 19%. La percentuale sale al 26% (108 imprese) in Lombardia e al 32% a Milano (35). Per quanto riguarda i giovani in nuovi imprenditori sono 562 (il 20%), 20 a Milano, 83 in Lombardia.

La città italiana con più neo-iscritte è Roma, con 249 nuove attività (5,9%), seguita da Milano con 240 (5,7%), Napoli 175 (4,2%), Torino 140 (3,3%). A seguire ci sono Brescia, Cuneo e Bergamo con oltre 100 nuove attività. Tra i maggiori centri economici, a Bari ne sono nate 96, a Caserta 93, a Padova 87, a Bolzano 85, a Verona 74, a Firenze 72, ad Ancona 66, a Bologna 60, a Venezia 55, a Genova 29, a Palermo 16.

Nel caso di Milano 144 delle imprese nate a inizio 2017, il 60% del totale, ha sede a Milano città e di queste circa una su quattro in centro. Quasi la metà delle neo imprese sono imprese individuali che in un caso su tre hanno come titolare uno straniero. Tra i neo-imprenditori stranieri i Cinesi si trovano al primo posto con il 39%. Seguono poi Egitto (22%), Bangladesh ed Ecuador (8% ciascuno).

Ti potrebbero interessare anche:

Bitnami